Mortale via Lamarmora, autore ottiene domiciliari

Michelagiolo Dusi a Ferragosto uccise madre e figlio che stavano attraversando. Venne trovato ubriaco e drogato. E' in ospedale, niente carcere.

(red.) Il giorno di Ferragosto era stato un incidente mortale che aveva scosso l’opinione pubblica nazionale. Si tratta di quanto accaduto in via Lamarmora a Brescia, in città, nel primo pomeriggio, quando un uomo di 47 anni, Michelangiolo Dusi, sulla sua moto aveva investito e ucciso sul colpo Mauro Rossi di 65 anni e la madre Annina Breggia di 93 e che in quel momento stavano attraversando sulle strisce pedonali. A distanza di quindici giorni da quei fatti, l’uomo che ha provocato l’incidente e incassando l’arresto per duplice omicidio stradale, ha chiesto e ottenuto tramite il proprio legale di vedersi concedere i domiciliari.

Infatti, attualmente si trova in ospedale, ma quando le sue condizioni saranno migliorate, come disposto da un’ordinanza del tribunale, dovrà andare in carcere. Quel giorno della tragedia e dopo l’investimento, il 47enne, incensurato e residente a poca distanza dal punto dell’impatto, venne trovato drogato e ubriaco, con una concentrazione di alcol quattro volte oltre il limite. Una situazione che aveva aggravato la sua posizione giuridica.

Secondo il suo legale, non ci sarebbero rischi che l’uomo possa compiere di nuovo lo stesso reato, quindi è stata avanzata la richiesta della detenzione domiciliare e sulla quale il tribunale del Riesame ha deciso. La Polizia Locale, nel frattempo, sta ancora cercando chi quel giorno ha girato un video dopo la tragedia e con i corpi sull’asfalto, pubblicando tutto online.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.