Calcio, Feralpi supera primo turno dei playoff

Gli uomini di Toscano superano 3-1 il Pordenone con Raffaello e due volte Mattia Marchi. Martedì 15 ci sarà il secondo turno sul campo dell'Albinoleffe.

Più informazioni su

(red.) FERALPI SALO’-PORDENONE 3-1

FERALPI SALO’: Livieri, Vitofrancesco, Marchi P., Ranellucci, Magnino, Marchi M. (43′ st Ferretti), Raffaello (34′ st Dettori), Guerra (11′ st Voltan), Staiti, Parodi, Tantardini (43′ st Bagadur), Arrighi. A disposizione: Gamarra, Turano, Martin, Emerson, Ponce, Rocca. All. Toscano.
PORDENONE: Perilli, Formiconi (10′ st Gerardi), De Agostini, Stefani, Bombagi (10′ st Nocciolini), Parodi, Burrai, Berrettoni (31′ st Cicerelli), Misuraca, Magnaghi, Zammarini. A disposizione: Mazzini, Visentin, Peressutti, Silvestro, Nunzella, Bassoli, Caccetta. All. Rossitto.
Arbitro: Marchetti di Ostia.
Reti: 33′ pt Magnaghi, 40′ pt Raffaello, 6′ e 20′ st M. Marchi.
Note: spettatori 800 circa. Espulso allenatore Toscano al 20′ pt. Ammoniti Formiconi, Burrai e De Agostini. Angoli 0-3. Recupero 0′ e 3′.

Vittoria venerdì sera 11 maggio per la bresciana Feralpi Salò nella sfida secca valida per il primo turno dei play-off di promozione della serie C verso la B. In virtù della migliore posizione di classifica raggiunta alla fine del campionato regolare, i bresciani hanno potuto disputare in casa il primo match. Il successo dei salodiani arriva in rimonta e dopo che erano passati in svantaggio. Al 33′ del primo tempo gli ospiti avevano piazzato lo 0-1 con Magnaghi di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Al 41′ la Feralpi Salò ha pareggiato con Raffaello sfruttando un cross di Guerra e la sponda di Mattia Marchi e poi la sua conclusione dal limite in rete. Nella ripresa i padroni di casa passano in vantaggio con Mattia Marchi anticipando un difensore su un lancio lungo e con un colpo sotto ai danni del portiere. Lo stesso giocatore sigla il 3-1 al 21′ quando arriva con forza in area e si presenta davanti a Perilli per colpirlo. Ora la Feralpi Salò sarà impegnata martedì 15 maggio sul campo dell’Albinoleffe a Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.