Quantcast

Scippano badante, giovanissimi nei guai

Un 18enne aveva convinto due 13enni a rubare una borsetta a una donna al Parco Falcone, a Brescia. Sono stati sorpresi dall'unità cinofila della polizia locale che si trovava in zona.

(red.) Domenica pomeriggio, 2 luglio, la polizia locale di Brescia ha sventato uno scippo avvenuto nel Parco Falcone, in città, ai danni di una badante.

Mentre l’unità cinofila stava perlustrando lo spazio verde, gli agenti sono stati richiamati dalle urla di alcune persone, che hanno visto tre ragazzi sottrarre la borsa a una donna che stava accompagnando un anziano di 97 anni suo assistito. I tre, che stavano attraversando di corsa il giardino pubblico, sono stati bloccati dagli uomini della Locale.

Gli agenti sono riusciti a convincere l’unico maggiorenne del gruppo a collaborare, e il giovane ha mostrato loro il luogo dove era stata gettata la borsa, all’interno della quale si trovavano il telefono cellulare della vittima e quello del novantasettenne. I tre sono stati quindi accompagnati al Comando.

Il 18enne, uno straniero pregiudicato, aveva convinto i due ragazzi italiani, entrambi di 13 anni, a commettere il reato assieme a lui con la promessa di ricevere in cambio 10 euro ciascuno. Il ragazzo è stato arrestato e rinviato a giudizio per direttissima, mentre i due 13enni sono stati segnalati alla Procura dei Minori e sono stati riconsegnati ai rispettivi genitori, convocati d’urgenza in via Donegani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.