Industria 2016, Brescia consolida la ripresa

Ultima conferenza stampa di fine anno per il presidente di Aib Marco Bonometti che finisce mandato a maggio. Venerdì firma della convenzione per il PalaEib.

Più informazioni su

(red.) Un recupero ormai consolidato della produzione industriale, seppur a livelli ancora distanti rispetto ai picchi registrati nel periodo pre-crisi, accompagnato da segnali positivi per il mercato del lavoro. Questo in sintesi il bilancio per l’economia bresciana nel corso del 2016, tracciato mercoledì 14 dicembre dal presidente di Aib Marco Bonometti nella tradizionale conferenza stampa di fine anno. Ultimo appuntamento del genere per Bonometti, visto che a maggio chiuderà il mandato di quattro anni.

Un quadro che induce a un cauto ottimismo anche per il prossimo anno – rileva il presidente – dopo che nei primi nove mesi del 2016 la produzione industriale nel comparto manifatturiero ha fatto registrare un incremento del 3,2%. Il settore dei servizi alle imprese mostra segnali di espansione, in particolare per quanto riguarda fatturato e portafoglio ordini. Sempre dinamico pure il commercio con l’estero: nei primi nove mesi del 2016 il nostro export vale 10,8 miliardi di euro, un livello di assoluta eccellenza, a conferma della capacità dei nostri imprenditori, che anche negli anni più difficili della crisi non hanno mai smesso di investire in innovazione per migliorare la qualità, la sostenibilità e la competitività dei loro prodotti sui mercati internazionali.

Certo – prosegue il leader degli industriali bresciani – non mancano elementi di incertezza, a cominciare dal contesto globale, anche se per il 2017 si prevede una crescita dell’economia mondiale”. L’analisi dei principali indicatori economici condotta dal presidente di Aib, affiancato dai componenti del Consiglio di Presidenza, ha preso in esame l’andamento del mercato del lavoro nell’industria bresciana, dove il saldo fra nuovi contratti e cessazioni resta positivo per 325 unità, nonostante la flessione delle assunzioni a tempo indeterminato dovuta alla riduzione degli incentivi del Governo. Calano anche le ore autorizzate di cassa integrazione nei primi dieci mesi del 2016 (-32,2% nell’industria).

Il miglioramento dell’attività produttiva contribuisce inoltre a una riduzione dei fallimenti: l’industria traina il recupero con un calo del 13,4% nei primi nove mesi del 2016. Il presidente Bonometti ha illustrato infine l’attività delle aree e dei settori e i principali progetti del Comitato Piccola Industria e del Gruppo Giovani Imprenditori. “Attività destinate a garantire una rappresentanza sempre più efficace degli associati a ogni livello istituzionale e a fornire servizi sempre al passo con le esigenze delle imprese – conclude Bonometti.- Per questo anche nel 2016, così come nei tre anni precedenti, i nostri associati sono cresciuti superando quota 1.300”.

Dall’analisi è anche emerso che Brescia è la quarta provincia italiana per esportazioni, ma domina la classifica dell’incremento proprio delle vendite all’estero. Il leader di Aib si è soffermato anche sulla Fiera di Brescia e soprattutto sul PalaEib e sulla situazione dell’aeroporto di Montichiari. Venerdì 16 dicembre dovrebbe essere firmata la convenzione tra l’Immobiliare Fiera e palazzo Loggia per trasferire al comune il palazzetto dello sport. Questo vuol dire che possono iniziare i lavori a quello che diventerà il nuovo teatro del basket Brescia. Sul fronte dello scalo, parla di “sviluppi positivi che portano al rilancio non solo del cargo, ma anche dei passeggeri. Non è importante la gestione, ma puntare sull’infrastruttura a beneficio degli operatori e aeroporti vicini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.