Quantcast

Rifiuti, ex camorrista: “Voi peggio di noi”

Così il collaboratore di giustizia Nunzio Perrella parla al presidente del comitato "Sos Terra" Gigi Rosa. Dichiarazioni riportate dal Giornale di Brescia.

(red.) “Voi state messi peggio di noi”. Dichiarazioni in cui il “voi” si riferisce al territorio bresciano e il “noi” a quello riconosciuto come “terra dei fuochi” in Campania. Sono dichiarazioni sconcertanti e che faranno discutere quelle di Nunzio Perrella, ex camorrista e collaboratore di giustizia dal 1992. Sono quelle rilasciate al presidente del comitato “Sos Terra” Gigi Rosa davanti alle telecamere del programma tv “Nemo” su Rai 2. A riportarle è il Giornale di Brescia dopo che erano state segnalate anche da Bresciaoggi.

Perrella, con il passamontagna calato sul volto per evidenti motivi, spiega, dal suo punto di vista, come il territorio bresciano, soprattutto Montichiari, sia una sorta di “pattumiera d’Italia”. “Il nord è rovinato – commenta Perrella nelle dichiarazioni riportate dal quotidiano bresciano – abbiamo sversato rifiuti tossici a Ospitaletto, Castegnato, Rovato e Montichiari. Le vostre discariche sono piene di rifiuti pericolosi”. E la situazione non sarebbe riferita agli ultimi anni, ma fin dal 1987.

Fenomeno concluso? Nemmeno per sogno, visto che il collaboratore di giustizia rivela come diversi imprenditori gli chiederebbero ancora oggi di gestire il traffico e lo smaltimento di rifiuti tossici. Il presidente di “Sos Terra” si dice scioccato per le dichiarazioni del pentito e sul fatto che l’attività illecita, con i collegamenti tra camorra e politica, stia continuando, “soprattutto al nord”. E Rosa sottolinea anche i 13 milioni di metri cubi di rifiuti sversati a Montichiari, oltre ai 67 milioni a Brescia. “Senza dimenticare quelli interrati oltre vent’anni fa” conclude il presidente dell’associazione ambientalista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.