Quantcast

Abusi don Blanchetti, minore conferma al gip

E' stato sentito dal giudice nell'incidente probatorio il ragazzino che aveva accusato il parroco (sospeso) di Corna di Darfo per essere stato violentato.

Più informazioni su

(red.) Mercoledì 21 settembre al tribunale di Brescia, accompagnato dai genitori, è stato interrogato dal giudice delle indagini preliminari il minore che ha accusato di essere stato abusato dal parroco di Corna di Darfo Boario Terme don Angelo Blanchetti (ora sospeso). Il ragazzino è stato sentito nell’ambito dell’incidente probatorio richiesto dalla procura che indaga sugli attacchi della presunta giovane vittima. Il minore ha confermato al giudice le accuse che aveva rivolto al prelato, poi finito agli arresti domiciliari nel giugno del 2016 da parte dei carabinieri.
Ha rivelato di essere stato oggetto degli abusi del religioso per due anni, durante i quali stava seguendo il processo per essere sottoposto al battesimo. Poi, a un certo punto, avrebbe smesso di frequentare quella parrocchia e si sarebbe confidato con un prete a Milano, dove si recava con i genitori. A lui il giovane ha rivelato la propria situazione ed è stato indotto ad andare alle forze dell’ordine. Da qui è poi partita l’inchiesta giudiziaria. L’incidente probatorio verrà inserito come testimonianza nell’eventuale richiesta di giudizio per il sacerdote camuno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.