Floating Piers, ultimo weekend di apertura

Sabato e domenica atteso un altro pienone di turisti prima della chiusura della passerella. Ma c'è l'incognita meteo. Lunedì riunione tra sindaci e regione.

Più informazioni su

(red.) Sono le ultime 48 ore per The Floating Piers, la passerella di Christo tra Sulzano e Montisola, sulla sponda bresciana del lago d’Iseo. Poi, domenica 3 luglio alle 24 chiuderà i battenti per iniziare già lunedì i lavori di smontaggio dell’installazione artistica. Il principale disagio che potrebbe bloccare i visitatori tra sabato 2 e domenica 3 luglio è il maltempo, visto che per sabato sono previsti fin dal primo mattino alcuni temporali. Una situazione che, come dicono dal centro di coordinamento, potrebbe portare anche alla chiusura temporanea del ponte. In ogni caso, sabato la passerella è stata aperta per il quindicesimo giorno come ogni mattina e l’afflusso dei turisti sta aumentando.
Ma ovviamente la centrale dell’Arpa dà sempre un occhio al cielo nel caso in cui dovessero arrivare le nuvole. Per quanto riguarda altri numeri della passerella, si sono aggiornati a 1.152.000 visitatori, di cui 107 mila sono arrivati sia mercoledì sia giovedì. A questi si aggiungono 332 mila passeggeri che dall’apertura dell’installazione sono saliti sui battelli della Navigazione Lago d’Iseo. Anche venerdì 1 luglio si è registrata la calca nella piazza davanti al municipio di Sulzano e in attesa di salire sul ponte, con code medie di circa due ore. Non si sono registrati particolari disagi sulla circolazione ferroviaria e nemmeno sulle navette tra i parcheggi scambiatori e l’attrazione. Infatti, non sono stati attivati blocchi come era successo nei giorni precedenti per la saturazione dell’opera.
Venerdì in visita alla passerella sono arrivati anche i membri della commissione Cultura della Camera dei Deputati in rappresentanza della politica nazionale. Per gli organizzatori le ultime fatiche saranno rappresentate dal fine settimana che porta alla chiusura di The Floating Piers. Dall’alba di sabato le auto sono in coda sulla provinciale 510 per raggiungere i parcheggi con cui arrivare, in navetta, a Sulzano. Per chi, invece, intende arrivare sui battelli, la Navigazione Lago d’Iseo informa che dalle 16 di sabato trasporterà solo quelli che hanno prenotato il posto. Intanto, si fa un bilancio di come ha risposto il commercio durante l’apertura. Se più di qualche venditore ambulante ha espresso rammarico per aver investito in strutture, ma senza aver avuto un ritorno, a Montisola i negozi storici si ritengono soddisfatti.
Da Siviano a Carzano e fino a Peschiera Maraglio, soprattutto gli stranieri hanno abbandonato per un paio di ore la calca della passerella per fare un giro a piedi tra i vicoli. L’unico rammarico, espresso da molti residenti, è il fatto di aver puntato tutto sul ponte e meno sulla conoscenza del resto del Sebino. Grande successo anche per le cantine della Franciacorta, prese d’assalto dai turisti tra brindisi e acquisto di bottiglie. Mancano, quindi, ancora due giorni e poi della passerella resterà solo un ricordo. E quelli che non hanno potuto attraversarla? Per loro c’è Google Street View. Negli ultimi giorni un tecnico ha svolto varie fotografie che saranno pubblicate in rete nei mesi successivi e si potrà accedere con un clic. Lunedì 4 luglio inizieranno i lavori di rimozione del ponte, mentre alle 17 a Sale Marasino si svolgerà una riunione tra la giunta regionale e i sindaci del Sebino per tracciare un primo bilancio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.