Quantcast

Brescia, 110 proposte per Campo Marte

Tanti cittadini hanno partecipato al progetto proposto da Urban Center per dare nuovo volto all'area verde ex militare. La valutazione spetta alla Loggia.

Più informazioni su

(red.) La zona ex militare di Campo Marte, a Brescia, dovrebbe diventare un parco pubblico con tanto di giochi e attrazioni per bambini e comunque uno spazio fruibile da tutti e per svolgere varie attività sportive leggere. Ma c’è anche chi pensa che, in certi casi, ci possano essere dei concerti regolati. Sono alcune tra le diverse proposte presentate martedì 14 giugno all’Urban Center per dare un nuovo volto alla zona tornata nella disponibilità del Comune, compresa la palazzina da 400 metri quadrati ormai dismessa.
L’occasione è arrivata dal concorso “Un cuore per Marte” organizzato dall’associazione alla quale la Loggia ha chiesto iniziative all’insegna di un progetto partecipato. L’area verde, infatti, è finita al centro delle polemiche dopo la presenza del luna park che avrebbe limitato gli spazi e per i concerti (Deep Purple, Max Pezzali, Gianna Nannini, Joe Satriani e Steve Vai e Salmo) previsti in luglio.
110 cittadini, per la maggior parte adulti, hanno aderito e presentato le proprie idee. Si va dalla sistemazione dei tavoli e delle panchine alll’allestimento di nuovi giochi e la riqualificazione dei campi, magari con l’apertura di un’area per il cricket. La palazzina, invece, secondo la volontà dei cittadini, dovrebbe essere uno spazio polifunzionale, per esempio un caffé letterario dedicato alla cultura o semplicemente un bar a servizio del parco. Tutta l’area di Campo Marte, in ogni caso, secondo i partecipanti dovrebbe essere coperta dal wifi. Le proposte saranno valutate da palazzo Loggia in autunno, mentre nel 2017, per un anno, l’ex edificio militare sarà coinvolto dai cantieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.