Quantcast

Bordonali (Fistel Cisl): “Forte preoccupazione per la rete di telefonia nazionale”

(red.) “Abbiamo assistito al recente annuncio del fondo americano KKR relativamente alla scalata sul gruppo Tim”, scrive in una nota Marina Bordonali Fistel Cisl Brescia-Cremona-Mantova. “Siamo fortemente preoccupati per il disinteresse da parte del governo , che, ad oggi, non ha esternato alcuna posizione a riguardo.
Non solo, da mesi le organizzazioni sindacali hanno chiesto ufficialmente un incontro , inviando nuovamente questa settimana una richiesta di sollecito al ministro Giorgetti, che, se rimarrà inevasa, costringerà Fistel, Slc e Uilcom a procedere con lo stato di agitazione”.
“Siamo fortemente preoccupati per il destino della rete, core business di questa società, e ribadiamo che non vogliamo alcun “spezzatino” ma, al contrario, una seria presa di posizione da parte del governo affinché la rete unica rimanga patrimonio italiano. Ci auguriamo che il ministro Giorgetti voglia ascoltare le parti sociali e che si pronunci una volta per tutte sul destino del più importante operatore telefonico italiano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.