Quantcast

Marco Mossoni nuovo “segretario di presidio” Flaei Cisl

Più informazioni su

(red.) Passaggio di testimone alla guida della Flaei Cisl Brescia, categoria che associa i lavoratori delle aziende elettriche e che da diversi anni si è data una struttura organizzativa regionalizzata mantenendo però sul territorio i presidi provinciali per assicurare il costante collegamento con i lavoratori.
L’assemblea dei delegati, riunita nell’auditorium della sede cittadina della Cisl, ha eletto nell’incarico di “segretario di presidio” Marco Mossoni. Dipendente di A2A, già componente del consiglio generale della categoria, Mossoni subentra a Pietro Calvetti, in carica dal 2017.

Nel corso dell’assemblea sono stati affrontati diversi aspetti dell’azione sindacale nelle maggiori aziende del comparto nel bresciano: da A2A ad Enel, da Edison al gruppo svizzero BKW che nella nostra provincia gestisce alcune centrali idroelettriche ad acqua fluente.
Le problematiche che investono il mondo della produzione, del trasporto e della commercializzazione dell’elettrico sono di straordinaria rilevanza – ha affermato Cristiano Mazzucotelli, segretario regionale della Flaei, che ha partecipato ai lavori – basti pensare alla sfida della transizione energetica e all’impatto degli investimenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Mossoni ha sottolineato nel suo intervento l’importanza della partecipazione e l’impegno per fare sempre più concreta la prossimità del sindacato in ogni luogo di lavoro del territorio.
Alberto Pluda, segretario generale della Cisl provinciale, ha portato alla riunione il saluto dell’organizzazione, la gratitudine per il lavoro svolto da Calvetti e il caloroso augurio al nuovo segretario di presidio assicurandogli collaborazione e vicinanza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.