Quantcast

Monopattini elettrici: presto in Parlamento la proposta Lombardia

Regione chiede l'obbligo assicurativo, casco da indossare e utilizzo solo per i maggiorenni.

Più informazioni su

    (red.)  L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, ha illustrato alla Commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale il provvedimento che prevede la modifica della legge sui monopattini già approvata dalla Giunta regionale lo scorso mese di settembre. Si tratta di una proposta di legge al Parlamento che prevede l’obbligo del casco, l’assicurazione per danni a terzi e possibilità di guida solo per i maggiorenni.

    “Si tratta di un atto non più differibile – ha commentato l’assessore – nonostante il Parlamento abbia colmato alcune delle lacune presenti nel passato, ne restano altre”. Solo a Milano città dal 1° giugno 2020 a oggi Areu ha ricevuto 835 richieste di soccorso (82 con ambulanza) per incidenti con questi mezzi.

    Le proposte di modifica dei commi 75-ter e 75-quater della legge 160/2019, contenute nella proposta di provvedimento illustrata oggi dall’assessore sono: “obbligo assicurativo generalizzato per la messa in circolazione dei monopattini elettrici (in base al vigente comma 75-septies, l’obbligo assicurativo è oggi previsto solo per il servizio di noleggio), utilizzo del mezzo consentito solo ai maggiorenni (oggi invece dai 14 anni), obbligo del casco per tutti (oggi limitato ai minori di anni 18).

    Dopo il passaggio nelle Commissioni consiliari (è atteso anche il parere della Commissione Trasporti e infrastrutture) e l’approvazione in Consiglio regionale, la proposta sarà trasmessa al Parlamento. “L’obiettivo – ha concluso l’assessore – è quello di regolamentare il settore a livello nazionale, partendo da una proposta della Giunta lombarda”.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.