Quantcast

Aggressione con machete, Rolfi e Bordonali: “Serve cambio di passo in città”

(red.) “È sconcertante notare la facilità con cui nella nostra città girino criminali armati di coltello e machete. Dopo l’episodio delle scorse settimane in corso Magenta ora torniamo nelle pagine di cronaca nazionale per un altro fatto di sangue, che si aggiunge ai problemi cronici di ordine pubblico in piazza Vittoria e dintorni. A Brescia tra baby gang e aggressioni la cronaca nera è all’ordine del giorno. Serve un cambio di passo e una interlocuzione diretta con il Governo per garantire sicurezza alla città. Serve un più efficace presidio del territorio, politiche di repressione e integrazione più incisive, temi che la giunta Del Bono ha totalmente abbandonato. Stiamo pagando i conti di anni di permissivismo e di politica delle porte aperte da parte della sinistra. L’immigrazione di massa è un problema per Brescia. Il fatto di questa mattina danneggia gravemente anche tutti i commercianti che nonostante le difficoltà continuano a investire nella zona del Freccia Rossa e fornisce all’esterno una immagine della città che i bresciani non meritano”. Lo dichiarano la parlamentare Simona Bordonali e l’assessore regionale lombardo Fabio Rolfi in merito a quanto accaduto questa mattina nella zona del Freccia Rossa a Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.