Contro illegalità e spaccio, nuova ordinanza per l’ex Ideal Standard

Il sindaco ha imposto ai proprietari dell'immobile in via Milano di intervenire e mettere in sicurezza l'area.

(red.) Il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono ha emesso oggi, venerdì 14 agosto, un’ordinanza contingibile e urgente con la quale ha ordinato alla società Ideal Stand,ard Industriale Srl di provvedere, entro 30 giorni, a rendere sicuro l’intero immobile di via Milano 83 mediante lo sgombero delle persone, delle cose e dei rifiuti e stabilendo il divieto di utilizzare l’area come bivacco. La zona dovrà inoltre essere messa in sicurezza dal punto di vista strutturale e l’accesso dovrà essere inibito in maniera definitiva e irreversibile.

In caso di inottemperanza i soggetti interessati saranno denunciati all’autorità giudiziaria in base all’articolo 650 del codice penale e l’ordinanza sarà eseguita d’ufficio, con rivalsa di tutte le spese sostenute.
La Polizia Locale sarà presente e, in caso di inadempienza, provvederà ad allontanare le persone che non hanno titolo a restare, eventualmente anche con l’aiuto di altre forze dell’ordine.
L’Area Servizi Tecnici del Comune eseguirà i lavori, con rivalsa delle spese sostenute, in caso di inottemperanza da parte della società.

Il 19 marzo 2019, a seguito di numerosi sopralluoghi della Polizia Locale, nei quali erano state rilevate continue occupazioni abusive, il Sindaco Del Bono aveva già ordinato a Ideal Standard di chiudere tutti gli accessi, vista la grave situazione relativa alla sicurezza e alla salute pubblica. Successivamente, il 23 settembre 2019, era stata emessa un’altra ordinanza con la quale è stato imposto alla società di chiudere con murature pesanti quattro finestre della palazzina nord e di ripristinare il cancello manomesso sul lato sud dell’area, verso la stazione di Borgo S.Giovanni, per prevenire i bivacchi e il continuo e indiscriminato accesso di persone.
Nel corso del sopralluogo effettuato il 6 agosto 2020 dal responsabile dello Sportello Unico dell’Edilizia e Attività Produttive, dal personale dell’ufficio tecnico e delle forze di Polizia, è emerso che l’immobile, in condizioni di degrado igienico sanitario, risulta ancora occupato abusivamente da ignoti. Inoltre lo stabile presenta criticità strutturali conseguenti a un precedente incendio, tali da mettere a repentaglio l’incolumità fisica degli occupanti abusivi.

L’area dismessa è frequentata da anni da persone dedite allo spaccio e sia la Polizia Locale, sia la Polizia di Stato sono più volte intervenute per sgomberare l’immobile occupato illegalmente. Il Comune di Brescia ha quindi comunicato alla proprietà, il 7 agosto scorso, l’avvio del procedimento per l’emissione dell’ordinanza contingibile ed urgente. Valutate con attenzione le memorie presentate da Ideal Standard e considerato che, tuttavia, il servizio di guardiania effettuato dalla proprietà non ha avuto influenza per prevenire o scongiurare i problemi accertati, il Sindaco ha deciso di emettere, infine, l’ordinanza contingibile ed urgente per imporre ai proprietari di sgomberare l’immobile da persone, cose e rifiuti, per mettere in sicurezza la zona e inibire l’accesso all’area in modo irreversibile e definitivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.