Coronavirus, mancata zona rossa Alzano-Nembro. Spunta un audio

L'assessore Gallera commenta l'audio: "dimostra che la Regione si era attivata per chiedere la zona rossa".

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 1 agosto su alcuni siti di quotidiani online è stato pubblicato lo stralcio di un audio riguardante la mancata zona rossa nella bergamasca, tra Alzano Lombardo e Nembro. E in quel materiale audio si sente parlare l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera per chiedere al ministro della Salute Roberto Speranza di attivarsi per istituire la zona rossa. Quella riunione risalirebbe al 4 marzo scorso, quindi pochi giorni dopo l’emersione del primo caso di coronavirus nel lodigiano della fine di febbraio.

E ieri, venerdì 31 luglio, proprio l’assessore Gallera ha sottolineato come, secondo lui, dall’audio sarebbe emersa la conferma che dichiarare la zona rossa di Nembro e Alzano sarebbe stata di competenza del Governo, mentre la Regione Lombardia si era subito attivata per chiedere quel provvedimento. Gallera sottolinea anche come il giorno precedente avesse chiamato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro in vista di presentare un documento con cui chiedere la zona rossa.

E dopo quel 4 marzo, giorno al quale risalirebbe l’audio, in Lombardia erano arrivati i militari, ma la zona rossa, compreso il possibile allargamento di quella lodigiana non era mai stato attivato perché, secondo quanto dice l’assessore in riferimento al ministro, non ci sarebbero state abbastanza forze dell’ordine. Quindi, secondo l’assessore, la mancata zona rossa sarebbe stata una decisione del Governo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.