Coronavirus, feste pasquali blindate contro il boom dei furbetti

7 mila sanzionati in Italia solo nelle ultime 24 ore. Verso Pasqua e Pasquetta i controlli saranno potenziati.

(red.) Un allarme di questo genere è stato lanciato ieri, giovedì 2 aprile, anche dal vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala: è aumentata, seppur di poco, la percentuale degli spostamenti sul territorio e quindi senza alcuna necessità. Che vuol dire migliaia di persone in più in un periodo in cui si preme ancora di più sulla necessità di restare in casa per non vanificare i sacrifici fatti finora nella lotta al coronavirus. E ora la maggiore preoccupazione delle autorità affinché si rispettino le misure è legata al periodo pasquale.

Di fronte agli spostamenti dei più furbi e considerando che per quei giorni festivi si prevede un clima decisamente mite, le forze dell’ordine potenzieranno i controlli proprio per il periodo fino al 13 aprile, ultimo giorno momentaneo delle attuali disposizioni sanitarie da lockdown. Basti pensare che a livello nazionale solo nelle 24 ore precedenti a venerdì 3 aprile oltre 7 mila persone sono state sanzionate per non aver rispettato i divieti.

Altre 113 sono state denunciate per false attestazioni nell’autodichiarazione e 19 per aver violato la quarantena essendo positivi al virus. Per questo motivo è stato annunciato che nel periodo tra Pasqua e Pasquetta saranno potenziati i controlli su tutto il territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.