Spostarsi al tempo del Covid, l’autodichiarazione cambia

Il modulo aggiornato recepisce le modifiche dell'ultimo dpcm e delle nuove ordinanze sugli spostamenti.

Più informazioni su

(red.) Chi da questi primi giorni della settimana da lunedì 23 marzo è costretto a muoversi di casa per motivi di lavoro, fare la spesa o per salute è bene che si aggiorni. Infatti, nelle ultime ore il ministero dell’Interno ha cambiato – per la terza volta – il modulo di autodichiarazione. Dal capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, infatti, è giunta una circolare con cui tenere conto delle nuove disposizioni contenute nell’ultimo dpcm del 22 marzo e anche dell’ordinanza congiunta di Ministero dell’Interno e della Salute.

L’autodichiarazione aggiornata (qui disponibile) recepisce le ultime disposizioni, compresa quella del divieto di spostarsi tra Comuni diversi se non per motivi di estrema necessità. In ogni caso, in fase di eventuale controllo da parte delle forze dell’ordine, gli automobilisti potranno compilare e firmare direttamente sul posto il modulo fornito da Polizia e carabinieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.