Brescia, due 16enni al market vogliono comprare vodka

Sabato sera hanno mostrato la patente di una sorella maggiore: denunciate per sostituzione di persona.

(red.) Alcune zone del centro storico di Brescia continuano a restare nel mirino nel momento in cui vengono scoperti ragazzini che consumano alcolici, vietati a loro dalla legge, oltre a spacciare e assumere sostanze stupefacenti. E un’altra situazione simile si è verificata sabato sera 8 febbraio. Proprio in quelle ore il supermercato Pam di via Porcellaga aveva affisso un avviso sul fatto che in serata non sarebbero stati venduti alcolici.

Infatti, il market spesso era oggetto di acquisti di bottiglie di ogni genere che poi venivano consumate all’aperto. Due ragazzine di 16 anni residenti in città sono finite nei guai intorno alle 21 mentre cercavano di comprare alcune bottiglie di vodka. Hanno mostrato alla cassa la patente di una sorella maggiore, in quel momento non presente nel punto vendita, invece sono state raggiunte dalla Polizia Locale. Per loro è arrivata una denuncia per sostituzione di persona.

Durante la stessa serata gli agenti della municipale sono stati impegnati anche nei consueti altri controlli che hanno portato a sanzionare 17 soggetti per consumo di alcolici in pubblico. Tre minorenni, infine, sono stati denunciati per essere sorpresi ad avere piccole quantità di droga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.