Brescia, controlli dei carabinieri nei locali. Due non in regola

In uno di questi sono stati trovati sei etti di hashish e lavoratori non in regola tra stipendi e visita medica.

(red.) Nei giorni precedenti a lunedì 27 gennaio i carabinieri della compagnia di Brescia con quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno condotto una serie di controlli nel centro storico per verificare che i locali fossero in regola da ogni punto di vista. E per capire anche l’eventuale presenza di sostanze stupefacenti è stato coinvolto il Nucleo cinofilo di Orio al Serio.

Da questi controlli non sono mancate le conseguenze per due locali etnici. Uno di questi non si era messo in regola a livello di contributi previdenziali. Ma i risvolti peggiori sono arrivati per l’altro locale. Titolare è un 41enne marocchino che è stato denunciato dopo che nel suo esercizio sono stati trovati sei etti di hashish.

Irregolarità anche a livello dei lavoratori che venivano stipendiati in contanti, mentre il locale non aveva il documento di valutazione dei rischi, non aveva fatto sottoporre i dipendenti alla visita medica e nemmeno informato sui rischi in azienda. L’attività è stata sospesa e per il titolare, oltre alla denuncia, è scattata una multa di 28 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.