Brescia, prorogata fino al 28 giugno l’ordinanza anti-alcol

Fino al 28 giugno vietata la vendita di alcol e analcolici (in vetro) nelle aree più sensibili intorno allo scalo.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 27 dicembre il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha deciso di prorogare l’ordinanza anti-alcol nelle zone intorno alla stazione ferroviaria cittadina. Infatti, l’alcol venduto ai clienti tra bar e altri punti vendita rischia di essere un pericolo per numerosi motivi. Per esempio, per liti e risse spesso causate proprio da chi ha alzato troppo il gomito. Ma anche per l’abbandono di bottiglie ai margini delle strade o per i cocci che possono provocare altri disagi.

Di conseguenza, l’ordinanza prorogata prevede il divieto di vendita da asporto di alcol e anche di bevande analcoliche in vetro ogni giorno dalle 14,30 alle 6 fino al 28 giugno. Le aree coinvolte sono quelle di via Fratelli Ugoni tra Cassala e piazza Repubblica, Folonari, piazza Repubblica, via Corsica verso via Sostegno, viale e vicolo Stazione, via Togni verso via Folonari, via XX Settembre tra piazza Repubblica e via Saffi.

Ma anche in via Foppa, Romanino, Solferino tra viale Stazione e via Saffi, via Gambara tra viale Stazione e via Saffi, via Sostegno tra via Corsica e cavalcavia Kennedy e via Privata De Vitalis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.