Quantcast

Carne e latte, il cellulare per tracciare cosa comprare

(red.) E’ un progetto sperimentale al momento unico in Europa quello che parte dalla provincia di Brescia e dalla Valtellina e dedicato alla tracciabilità nella sicurezza agroalimentare. Si tratta di una tecnologia blockchain che consentirà ai consumatori di accertare, attraverso il cellulare, quale percorso abbia compiuto il prodotto (carne e latte) che si intende acquistare. L’iniziativa è stata presentata ieri, martedì 10 dicembre, al centro Savoldi Carni di via Trivelino a Lonato del Garda, al momento unico negozio dove si può provare l’esperienza sostenuta dalla Regione Lombardia.

Delle carni e del latte si può ricostruire ogni singolo momento, dagli animali dai quali provengono, al luogo e fino al giorno in cui i prodotti sono stati confezionati. Al momento il test riguarda il latte fresco della Latteria Sociale Valtellina e la carne rossa del Consorzio lombardo Produttori di carne bovina.

Ai consumatori sarà sufficiente inquadrare il Qr code sull’etichetta dei prodotti per poi accedere a un’applicazione con tutte le informazioni del caso. Il progetto è stato presentato dal presidente di Aria Apa Francesco Ferri con l’assessore lombardo all’Agricoltura Fabio Rolfi e il vicepresidente e assessore all’Innovazione Fabrizio Sala.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.