Moto che corrono verso le Coste, boom di multe

Sabato la Polizia Locale ha emesso 16 sanzioni a carico dei centauri per il loro comportamento scorretto sulla strada spesso in allarme per l'alta velocità.

(red.) Nonostante l’arrivo dell’autunno segni di fatto anche lo stop di molti motociclisti che si muovono in comitiva e nelle gite, i controlli chiesti e disposti dalla prefettura per un allarme connesso alla troppa velocità vanno avanti. Si fa riferimento alla strada provinciale 237 del Caffaro che porta verso le Coste di Sant’Eusebio e percorsa dai centauri che da Brescia città raggiungono la Valsabbia. E anche sabato scorso 21 settembre non sono mancati i controlli da parte della Polizia Locale tra i motociclisti che sfrecciavano.

Così facendo, nell’arco di due ore sono arrivate 16 sanzioni. Puniti chi aveva sorpassato nei tratti in cui è presente la linea continua in mezzo alla carreggiata, le moto “truccate” e anche quelli che avevano una targa inclinata per non farsi vedere dalle forze dell’ordine. Infine, uno svizzero si è anche visto ritirare il libretto di circolazione perché non aveva la sigla di provenienza del Paese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.