Quantcast

Viabilità Bs, 300 multe al giorno per divieto di sosta

La Polizia Locale ha presentato il bilancio del 2018. Su 222 mila rilevazioni sono scattate la metà delle sanzioni per i furbetti dei parcheggi in strada.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 21 gennaio, gli agenti della Polizia Locale di Brescia hanno presentato il loro bilancio del 2018 per quanto riguarda i controlli sulla viabilità cittadina. Scoprendo così che su oltre 222 mila rilevazioni, la metà ha portato a sanzioni per divieto di sosta in città. Infatti, sono più di 108 mila questo tipo di infrazioni. E bisogna aggiungere anche quelle da divieti di sosta con intralcio alla circolazione (oltre 19mila), soste sui marciapiedi (8.300), su piste ciclabili (480) e negli spazi per disabili (1.290).

In ogni caso, si parla di fenomeni in linea con gli altri anni e nell’ambito di un bilancio che ha visto controllare oltre 22 mila veicoli, con oltre 2.500 multe per passaggio al semaforo rosso, guida senza cinture di sicurezza per quasi 1.400 e uso del cellulare alla guida per quasi 1.300 episodi. Nel mirino sono finiti anche i ponti e cavalcavia tra via Serenissima, via Ghislandi e la tangenziale Ovest. In questi casi sono stati analizzati 449 mezzi pesanti portando a 40 sanzioni. A livello generale, la municipale si è anche occupata di 1.445 manifestazioni cittadine e 1.066 incidenti.

Nella media sono stati tre al giorno gli scontri rilevati, di cui 712 con feriti e sette episodi mortali. Si è arrivati anche alla denuncia di 64 persone per guida sotto l’effetto di alcolici e 27 di questi aveva un livello oltre 1,5. Per quanto riguarda le strade più a rischio incidenti a Brescia, si parla di via Lamarmora, la tangenziale Ovest nel tratto di via Montelungo, via Milano, Orzinuovi, San Zeno, Oberdan, Corsica, San Polo, Sant’Eufemia e Vallecamonica. Gli incidenti nel 2018 sono comunque diminuiti di un quinto rispetto all’anno precedente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.