Quantcast

Brescia, Polizia espelle 69 stranieri in agosto

Due moldavi con documenti falsi fermati martedì sono soltanto gli ultimi di una lunga serie. I numeri diffusi dall'Ufficio Immigrazione della questura.

(red.) Martedì 28 agosto gli agenti della Polizia di Stato di Brescia hanno condotto un’operazione nei confronti di due moldavi. Sono un 30enne e un 20enne che al momento del controllo da parte delle forze dell’ordine hanno mostrato documenti falsi. Il 30enne aveva patente e carta d’identità contraffatte, mentre l’altro aveva la carta d’identità moldava e nessun documento sulla sua presenza in Italia. I due moldavi, risultati essere irregolari, sono stati portati in caserma. Il 30enne, giudicato per direttissima, si è visto condannare a un anno con pena sospesa. L’altro, invece, è stato espulso dall’Italia su ordine del prefetto di Brescia.

L’Ufficio Immigrazione della questura di Brescia ha reso noto anche i risultati dell’attività condotta per tutto il mese di agosto. Si parla di 69 irregolari allontanati dall’Italia, con 47 decreti di espulsione da rispettare in una settimana. Sei sono stati espulsi dopo essere stati accompagnati nei Centri di Permanenza per Rimpatri, un’altra su disposizione dell’autorità giudiziaria. Poi tredici misure di sicurezza verso altrettante persone portate alla frontiera. I numeri dei coinvolti parlano di 13 nigeriani, 12 marocchini, 9 senegalesi, 6 brasiliani, 5 indiani, 4 albanesi, 2 moldavi e il resto, pari a 18, di altri Paesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.