Quantcast

Guardie contro parcheggiatori abusivi

La sperimentazione di Comune e Brescia Mobilità è in corso dall'1 febbraio. Due vigilantes presidiano le aree allontanando i posteggiatori troppo fastidiosi.

(red.) Sembra che l’iniziativa lanciata dal Comune di Brescia e Brescia Mobilità contro i parcheggiatori abusivi e avviata dall’1 febbraio stia funzionando. Lo hanno sottolineato lo stesso direttore della partecipata Marco Meneghini e il sindaco Emilio Del Bono. Dal primo febbraio, infatti, ci sono due guardie giurate che presidiano le aree di sosta gestite da Brescia Mobilità e durante gli orari in cui è necessario il pagamento del parcheggio. Si tratta soprattutto di via XX Settembre, Bulloni e zone vicine, piazzetta dell’ospedale Civile e Schivardi.

Stipendiati mensilmente dalla partecipata con 4.500 euro, i due vigilantes devono controllare che non ci siano i posteggiatori che chiedono agli utenti di acquistare musica, accendini o qualche soldo grazie al fatto di aver trovato loro un posto. Dall’inizio della sperimentazione, solo in un caso è stato necessario l’intervento della polizia locale che viene chiamata, come da disposizione, nel caso in cui chi venisse beccato non intenda lasciare l’area di sosta. E così i residenti dei quartieri coinvolti ringraziano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.