Truffe agli anziani, guida per difendersi

In questura presentato un opuscolo rivolto alle vittime a rischio. Cambio ai vertici della Digos. Luca Rainone dirigente con l'addetta Serena Sonetti.

Più informazioni su

(red.) Cambio ai vertici della Digos della questura di Brescia. Venerdì 24 giugno il questore Vincenzo Ciarambino ha presentato il nuovo dirigente Luca Rainone che subentra a Giovanni De Stavola, andato a Bari dopo cinque anni di esperienza bresciana. Rainone proviene dalla Digos di Pisa, la stessa dalla quale arriva alla sezione di Brescia anche l’addetta Serena Sonetti. L’occasione è giunta dalla presentazione di un opuscolo, realizzato dalla questura con i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil e Ubi Banco di Brescia, per aiutare gli anziani contro i furti.
Nel 2015, infatti, sono stati denunciati 85 casi di borseggi, raggiri e truffe da parte delle persone che hanno più di 65 anni e altri 38 sono stati segnalati dall’inizio del 2016. Ma il timore è che siano molti di più visto che c’è chi non denuncia. I 60 mila opuscoli stampati saranno distribuiti nelle sedi dei sindacati, nelle filiali dell’Ubi e nei luoghi dove si ritrovano gli anziani. Si tratta di una guida che fa parte di una campagna di comunicazione con altre iniziative, tra cui incontri degli agenti di polizia con le vittime a rischio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.