Massardi (Lega): “1 milione di euro per il sistema fieristico lombardo”

Più informazioni su

(red.) La Regione ha stanziato 1 milione di euro per promuovere la ripartenza del sistema fieristico lombardo, in seguito alla crisi creatasi dall’emergenza da Covid-19.
“L’intenzione” spiega Floriano Massardi, vice capogruppo della Lega al Pirellone, “è di sostenere l’organizzazione e lo svolgimento delle manifestazioni di livello internazionale e nazionale previste dal calendario fieristico regionale 2021. Potranno godere del finanziamento tutti i soggetti organizzatori di fiere che avessero in previsione al 31 dicembre 2020, in base al Calendario fieristico regionale della Lombardia, almeno un evento nella nostra Regione con riconosciuta qualifica di livello nazionale o internazionale”.

Sono ammissibili i progetti che prevedono la realizzazione di una manifestazione fieristica in presenza, eventualmente affiancata da una versione virtuale.
Il contributo, che sarà erogato a fondo perduto, è pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo di 25.000 euro per le fiere nazionali. Per le fiere internazionali invece l’agevolazione può arrivare fino a 40.000 euro.
I fondi potranno essere impiegati per i canoni di locazione dell’area espositiva, gli allestimenti delle aree comuni, i servizi web, l’assunzione di personale e anche per aumentare gli standard di sicurezza e prevenzione dal contagio previsti dai protocolli.
Le domande di finanziamento potranno essere presentate sul portale dedicato di Regione Lombardia a partire dal 10 febbraio.

“Anche in questo periodo di emergenza “, conclude Massardi, “la Regione trova le risorse per agire a supporto di uno dei settori più colpiti a livello economico dalla pandemia. Siamo consapevoli delle grandi difficoltà affrontate dagli operatori fieristici e faremo tutto quanto ci è possibile per essere al loro fianco nella ripresa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.