Da giovedì le multe per chi non accetta il pagamento con il Pos

La norma riguarda negozianti, artigiani e studi professionali. E' prevista una sanzione amministrativa di 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione.

Più informazioni su

    Brescia. Da giovedì 30 giugno 2022 scattano le multe per i commercianti e i professionisti che accetteranno i pagamenti elettronici tramite Pos. Il 30 giugno diventeranno infatti operative le nuove regole previste dall’ultimo decreto Pnrr, che per negozianti, artigiani e studi professionali prevedono non più solo l’obbligo di accettare i pagamenti con carta, ma anche le sanzioni in caso di mancato adeguamento alla normativa.
    Il Pos è un dispositivo che permette di accettare pagamenti con carta di credito, debito e prepagata attraverso la lettura di un chip. L’acronimo Pos deriva dall’inglese Point Of Sale, che significa letteralmente “punto di vendita”.
    Il decreto ha anticipato di sei mesi l’entrata in vigore delle multe (già in passato più volte previste ma sempre rimandate). Per chi rifiuta il pagamento elettronico è prevista una sanzione amministrativa di 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l’accettazione.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.