Gardalegno di Rezzato, Temporary spa contesta la posizione sindacale

Rezzato. In riferimento all’articolo di fonte sindacale “Sciopero e presidio ai cancelli della Gardalegno di Rezzato“, Temporary SpA scrive a quiBrescia.it tramite il proprio ufficio legale per contestarne “integralmente il contenuto”.
La società precisa “che i fatti come dedotti (mancato riconoscimento di una quota di premio regionale e la richiesta di stabilizzazione alle dirette dipendenze di GardaLegno) non inquadrano la realtà dei fatti e sono pendenti contenziosi instaurati dai medesimi lavoratori innanzi all’autorità giudiziaria (Sezione Lavoro, Tribunale di Brescia) che sarà informata di tali calunniose e distorte notizie”.
“I tentativi di conciliazione sino ad oggi posti in essere”, scrive ancora la società, “non sono andati a buon fine anche per mancanza di seria volontà, chiarezza e collaborazione da parte dei sindacati locali di Brescia. Temporary SpA, in concorso con GardaLegno, come riconosciuto anche giudizialmente, hanno sempre offerto di corrispondere ai lavoratori eventuali quote di elemento retributivo regionale laddove dovuto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.