Quantcast

Spaccio di cocaina, pusher in manette a Esine

(red.) Nella giornata di martedi, i Carabinieri della Compagnia di Breno hanno svolto un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di droga nell’area della media valle. Particolare attenzione è stata prestata alla verifica della presenza di pusher all’interno di stabili e immobili in stato di abbandono e abusivamente occupati per lo più da stranieri, irregolari sul territorio nazionale.

I primi controlli si sono svolti presso l’ex albergo Vela di Darfo Boario Terme e sono poi proseguiti nella giurisdizione di competenza della Stazione di Esine, ove i carabinieri hanno proceduto al controllo di un’utilitaria a bordo della quale si trovavano un 28enne incensurato di Capo di Ponte e come trasportato un coetaneo originario della Tunisia, risultato non in regola con i documenti di soggiorno.

Dopo l’identificazione, i militari li hanno perquisiti: lo straniero aveva nella tasca dei pantaloni una dose di cocaina, mentre altre otto palline della stessa sostanza sono state rinvenute all’interno del vano della leva del cambio dell’auto. Entrambi sono stati arrestati per la detenzione dello stupefacente. Il loro arresto è stato convalidato e il Giudice ha disposto nei loro confronti l’obbligo di presentazione alla PG.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.