Quantcast

Temù, anche il Dna conferma: il corpo è di Laura Ziliani

Per la scomparsa della donna e l'occultamento del cadavere la Procura di Brescia ha indagato due delle sue tre figlie e il fidanzato di una di loro.

(red.) Anche i risultati del test del Dna hanno confermato che il corpo recuperato l’8 agosto in avanzato stato di decomposizione sulle rive del fiume Oglio nel territorio comunale di Temù a pochi metri dalla ciclabile è quello di Laura Ziliani, l’ex vigilessa 55enne del paese dell’alta Valcamonica scomparsa da tre mesi.
Il corpo era privo di indumenti a parte la biancheria intima, senza scarpe e con il capo completamente rasato.
Ora spetterà agli investigatori e alla medicina legale scoprire le cause della morte, visto che sul cadavere non sono stati ritrovate tracce di violenza. Per la scomparsa della donna e l’occultamento del cadavere la Procura di Brescia ha indagato due delle tre figlie e il fidanzato di una di loro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.