Quantcast

Timken, il Vescovo di Brescia: “Non esiste solo il profitto”

Monsignor Tremolada ha fatto visita, domenica 15 agosto, allo stabilimento dove gli operai sono in presidio permanente dopo l'annuncio della chiusura del sito produttivo.

(red.) E’ stato un Ferragosto di presidio alla Timken di Villa Carcina, dove, da oramai quasi un mese, gli addetti protestano dopo la notizia della chiusura del sito produttivo bresciano.

Grande la mobilitazione
della politica, in queste settimane, per scongiurare il licenziamento di 106 persone e, nella giornata di domenica 15 agosto, è arrivato anche il sostegno da parte della Chiesa bresciana, con la presenza del vescovo di Brescia, monsignor Pierantonio Tremolada allo stabilimento.

Tremolada-vescovo-brescia

Il prelato ha visitato il sito aziendale, dove i lavoratori avevano pranzato insieme e ha poi celebrato una messa nella chiesa di Cogozzo.
Durante la celebrazione eucaristica il vescovo ha sottolineato come non esistano soltanto “le logiche del profitto”, ma ha richiamato alla solidarietà bresciana perchè “le aziende del territorio si mostrino vicine agli addetti che resteranno senza lavoro”.

Intanto, dopo il periodo di chiusura dell’impianto produttivo per ferie, il prossimo appuntamento con la proprietà è fissato per il 23 agosto: in quella data i sindacati affronteranno il nodo licenziamenti con l’obiettivo primario di ottenere la cassa integrazione di 30 mesi per gli addetti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.