Quantcast

Il depuratore? Per la Provincia “Si deve fare a Lonato”

Votata in Broletto la mozione che chiede al governo di tenere conto delle indicazioni espresse dalla Provincia di Brescia, mentre il commissario Venturi ha già deciso per Montichiari e Gavardo.

(red.) Il depuratore del Garda? Si faccia, ma a Lonato. Questa la mozione, presentata da Cristina Almici, consigliere del centrodestra della Provincia di Brescia, nel corso della seduta consiliare avvenuta giovedì 29 luglio. La richiesta è stata votata e quindi accolta, ma non senza uno strascico di polemiche interne alla maggioranza e che ha rischiato che il documento non passasse.
Cosa è accaduto? Nel testo presentato da Almici si chiede che il Governo tenga conto dell’indirizzo dato dal Broletto sul collettore di acque reflue per il quale, come è noto, il commissario straordinario Attilio Venturi, prefetto di Brescia, ha stabilito venga realizzato a Gavardo e Montichiari.
La Provincia di Brescia ha invece individuato Lonato, come luogo prescelto per il progetto.

La querelle che si è scatenata in Broletto è relativa alla mozione in cui si chiedeva che “l’incarico assegnato al commissario straordinario sia esercitato in attuazione di quanto delineato dal consiglio provinciale a novembre, vale a dire che i depuratori devono essere localizzati nel bacino dei Comuni che utilizzeranno l’impianto”.
Se Acque Bresciane aveva individuato nel comune gardesano il luogo eletto per l’impianto, comunicando la scelta all’Ato, il commissario Attilio Visconti ha deciso di realizzare i collettori altrove, senza tenere in considerazione le indicazioni della Giunta Alghisi.
E se la mozione di Almici aveva inizialmente messo d’accordo tutti i capigruppo in Broletto, al momento della votazione in aula, però, le cose sono cambiate e molti consiglieri hanno deciso di non votarla.
Nonostante le difficoltà il documento è stato poi sottoscritto, ottenendo 11 voti. Un “salvataggio” che è stato possibile grazie, soprattutto, al sì dell’opposizione.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.