Quantcast

Manerba, rissa tra minorenni: due in ospedale

la zuffa alle 4 di mattina nella frazione di Pieve. I giovanissimi, ubriachi, sono venuti alle mani per futili motivi.

(red.)  Ancora un episodio di cronaca che vede protagonisti dei minorenni. Dopo i casi avvenuti nel bresciano a Gavardo, a Cologne (l’aggressione di un branco di ragazzini agli agenti della Polizia locale) e a Villa Carcina (il rogo appiccato all’esterno del municipio), a Puegnago (l’imprenditore aggredito dopo un diverbio) a Pieve di Manerba si è scatenata, l’altra notte, una rissa tra giovanissimi. 

A finire in ospedale un 17enne e ragazzo di 18, venuti alle mani dopo avere alzato un po’ troppo il gomito.

Erano le 4 di mattina quando i due ragazzi sono venuti alle mani, per futili motivi, sotto i fumi dell’alcol. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Salò, che li hanno identificati, e due ambulanze che hanno trasferito i feriti (codice verde per entrambi), agli ospedali di Desenzano e Gavardo.

Un problema, quello delle risse notturne che si verifica a macchia d’olio sul litorale gardesano, tant’è che sono diverse le ordinanze comunali che vietano, per tutto il periodo estivo, l‘asporto ed il consumo di alcolici e bevande sulle spiagge o nelle aree pubbliche.
Un tentativo, purtroppo non sempre efficace, per limitare zuffe, assembramenti, schiamazzi e, anche, danneggiamenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.