Quantcast

Violenza domestica: due in manette nel bresciano

Un 25enne che minacciava con un coltello i genitori è stato arrestato a Castegnato. Un 49enne in manette a Chiari per maltrattamenti in famiglia

(red.) Sono due gli uomini arrestati per violenza domestica nel bresciano.
In due episodi distinti, il primo avvenuto a Castegnato, dove i carabinieri sono intervenuti per bloccare un giovane di 25 anni che, impugnando un coltello, minacciava i genitori.

All’arrivo dei militari il ragazzo ha continuato a manifestare segni di intemperanza, inveendo anche contro gli uomini dell’Arma, brandendo una bottiglia di vetro. Per evitare che la situazione degenerasse e visto che il ragazzo non si calmava, i carabinieri lo hanno bloccato e tratto in arresto.
Il giovane è accusato di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato tradotto in carcere.

Generico luglio 2021
A Chiari un analogo episodio di violenza: protagonista un 49enne, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, il quale, ubriaco, stava molestando la compagna e i figli di quest’ultima. All’arrivo dei militari il 49enne si è scagliato contro la donna e, dopo uan colluttazione con i crabainieri è stato arrestato. Non era la prima volta che l’uomo si rendeva protagonista di episodi analoghi nei confronti dei familiari.
I carabinieri della Sezione Radiomobile lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
Nella circostanza, la pattuglia era intervenuta presso l’abitazione di una donna che ha richiesto aiuto tramite centrale operativa. Giunti sul posto, i Carabinieri hanno appreso e dettagliatamente ricostruito una storia di maltrattamenti in famiglia commessi da parte dell’uomo, oltre che nei confronti della donna, anche dei figli minori conviventi.

Durante l’intervento dei carabinieri, il 49enne, visibilmente ubriaco, ha cercato di aggredire la donna, ma dopo una colluttazione con i militari è stato bloccato e tratto in arresto.
L’uomo è stato tradotto in carcere in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Un altro arresto a Pontevico, dove gli uomini dell’Arma hanno  arrestato in flagranza di reato un 35enne, incensurato, operaio, per spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed hashish.
L’uomo, di casa a  Manerbio, aveva dato nell’occhio per la sua improvvisa disponibilità di denaro. Offriva da bere con grande facilità e ostentava cellulari, auto e vestiti nuovi. La condotta ha destato i sospetti dei militari della locale stazione i quali, visto l’improvviso cambio di vita e scartata l’ipotesi di una fortunata vincita in denaro, hanno deciso di seguirne i movimenti. È bastato poco per comprendere che la disponibilità di denaro derivava da un’attività illecita di spaccio.

Carabinieri

Durante un servizio di osservazione organizzato ad hoc, i carabinieri hanno fermato il pusher nei pressi dei parcheggi della nuova zona commerciale di Pontevico: l’uomo aveva, nascosti fra i vestiti, 11 rinvenendo e sequestrando 11 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi.
Dalla perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e  sequestrati altri  277 grammi di hashish e 6.800 euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività, nonché un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. L’arrestato sarà condotto dinanzi al giudice per il rito direttissimo previsto nella mattinata di venerdì 9 luglio.

I carabinieri della Sezione Radiomobile di Brescia hanno infine tratto in arresto un uomo 50enne, già noto, irregolare sul territorio dello Stato, sorpreso dal personale della sicurezza di un supermercato in città ad occultare e asportare merce di vario genere per un totale di circa 125 euro. La refurtiva è stata restituita e l’arrestato sottoposto a  rito per  direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.