Quantcast

Bracconaggio notturno, quattro persone denunciate

E' successo a Muscoline. I forestali hanno sorpreso il gruppetto con fucile, munizioni ed un faro.

(red.) Di notte, su un fuoristrada e con un faro per cacciare.
Non c’è limite alla “fantasia” di chi, in spregio alle regole e, anche , all’ambiente, a stagione venatoria chiusa, decide comunque di dedicarsi a questa attività.

A scoprire i bracconieri, titolari comunque di regolare licenza, il nucleo forestale dei carabinieri di Gavardo che, lunedì notte, nel territorio di Muscoline, nel bresciano, ha sorpreso quattro persone che, a bordo di un pikup, attraversavano un campo privato a Castrezzone.
I militari, impegnati in un servizio antibracconaggio, non hanno avuto dubbi sullo scopo della scampagnata notturna: a bordo del mezzo hanno infatti rinvenuto un fucile sovrapposto calibro 12,  munizioni e anche un faro.

A bordo c’erano tre persone residenti a Gavardo: un 55enne proprietario del fucile, un 41enne, un 19enne una ragazza di 20 anni, residente a Villanuova.
L’arma, le munizioni e anche il faro sono stati posti sotto sequestro, e tutte e quattro le persone sono state denunciate in concorso per l’esercizio dell’attività venatoria in periodo di divieto generale. Non solo, la questura ha presentato una richiesta di revoca del porto d’armi al 55enne, già protagonista di episodi analoghi in passato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.