Aperto da sabato a mezzogiorno il nuovo sottopasso di via Rose

Più informazioni su

(red.) Dopo l’inaugurazione in programma questo venerdì 25 settembre 2020, il nuovo sottopasso di via Rose a mezzogiorno di sabato 26 settembre viene aperto al traffico veicolare. Si tratta di uno degli interventi infrastrutturali più significativi previsti dal progetto Oltre la Strada. Infatti riveste una duplice importanza sotto il profilo della mobilità cittadina e del quadrante ovest della nostra provincia.

Da un lato, infatti, il nuovo sottopasso offrirà un’alternativa viaria per migliorare la connessione tra la zona ovest della Città e il centro di Brescia, che, valorizzando l’investimento realizzato negli scorsi anni con il nuovo svincolo di via Rose lungo la Tangenziale Ovest, potrà contribuire a ridurre il traffico di attraversamento lungo via Milano, migliorandone la vivibilità.
Dall’altro, il sottopasso accompagnerà il programmato sviluppo del servizio ferroviario suburbano lungo la ferrovia Brescia-Iseo-Edolo, per il quale sono in avanzata fase di realizzazione i lavori alla limitrofa stazione di Brescia Borgo san Giovanni e in avanzata fase di progettazione gli interventi alle stazioni di Castegnato, Bornato e Borgonato e alla nuova fermata urbana di Brescia Violino. Tale programma prevede un incremento dei servizi passeggeri con frequenze, in prima battuta, ogni 30 minuti tra Iseo, la Franciacorta e la Città e, in prospettiva, ogni 15 minuti tra Castegnato e la Città.

L’importo complessivo del progetto del nuovo sottopasso di via Rose è di 6 milioni e 640 mila euro. I lavori per la realizzazione del sottopasso vero e proprio sono stati preceduti da lavori propedeutici, iniziati a gennaio 2019 e conclusi a maggio 2019, che hanno riguardato lo spostamento e lo smantellamento di tutti i sottoservizi presenti nella via, eseguiti da A2A e Tim.
I lavori di realizzazione dell’opera, per un importo di poco superiore ai 4 milioni, sono stati affidati all’impresa bresciana Pac S.p.A. di Capo di Ponte, selezionata con procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, e sono iniziati a giugno del 2019.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.