Soccorso alpino, doppio intervento a Tavernole e Botticino

Nel primo caso un'anziana di Pezzoro è stata soccorsa per la rottura della tibia. Poi un 74enne si è perso.

(red.) Due interventi oggi in contemporanea per la V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino. Intorno alle 13 è arrivata la richiesta di soccorso da parte della centrale. Una donna di 83 era caduta su una strada sterrata a Pezzoro, frazione di Tavernole sul Mella, poco distante dal centro abitato. La donna, che era con un’altra persona, aveva una probabile frattura alla tibia. Raggiunta da una squadra di tecnici della Stazione Cnsas di Valle Trompia, è stata messa in sicurezza, imbarellata e trasportata nel punto in cui c’era l’elicottero di AREU (Azienda regionale emergenza urgenza). Sul posto anche i Vigili del fuoco.

 

Nel frattempo è arrivato l’allertamento per un mancato rientro a Brescia. Un uomo di 74 anni di Botticino era uscito per una passeggiata ma non era rientrato per pranzo, come previsto. I familiari allora hanno chiesto aiuto, perché non riuscivano a mettersi in contatto attraverso il telefono, con il sistema SMS Locator. L’uomo aveva perso il cellulare, ma poi lo ha ritrovato e quindi è stato possibile risalire al punto esatto in cui si trovava, attraverso le coordinate geografiche. Era in una zona impervia, illeso ma in difficoltà. Sono intervenuti i tecnici delle Stazioni di Valle Trompia e Valle Sabbia, insieme con Polizia e Vigili del fuoco, che lo hanno raggiunto, assicurato e accompagnato al primo punto utile, dove lo attendevano i parenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.