Quantcast

Investì e uccise il cognato: condannato a 15 anni

Il 3 gennaio 2020 Renat Hadzovic dopo una lite aveva travolto in auto in via Maggia il marito della sorella Omar Ghirardini.

(red.) È stato condannato a 15 anni dal tribunale di Brescia Renat Hadzovic, l’uomo di etnia rom che il 3 gennaio 2020 fa a Brescia aveva inseguito e travolto in auto in via Maggia il cognato di origini sinti Omar Ghirardini, uccidendolo. La vicenda era capitata quando Ghirardini – padre di sei figli – probabilmente dopo una lite aveva cercato la moglie nel campo nomadi di via Borgosatollo presso i cognati.
Qui gli animi si erano alterati e l’uomo aveva estratto un coltello ferendo tre fratelli della moglie per poi andarsene a piedi. Uno dei feriti, l’allora 28enne Renat Hadzovic, era salito sulla propria Bmw e l’aveva raggiunto in automobile investendolo e provocandone la morte.
Il pm aveva chiesto per lui una condanna a 16 anni. L’ultima udienza del processo è stata accompagnata da una protesta fuori dal tribunale, dove i parenti della vittima avevano esposto striscioni per chiedere giustizia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.