Quantcast

Violentata nel parco, sei anni all’aggressore

Condannato Sadi Mullaliu, albanese di 19 anni, che nel maggio scorso stuprò una 37enne che stava facendo jogging su una pista ciclabile ad Esine.

(red.) Violentata mentre faceva jogging su una pista ciclabile a Esine (Brescia), ha visto il suo aguzzino condannato a sei anni di carcere e ad un risarcimento di 100mila euro.
L’episodio, vittima una 37enne residente nella cittadina camuna, si era verificato il 18 maggio del 2011. Sadi Mullaliu, albanese di 19 anni residente nello stesso paese, aveva aggredito la donna nei pressi di una ciclabile, mentre la donna stava facendo rientro a casa.
Il giovane immigrato in carcere dal maggio dello scorso anno, la vide, la seguì e quindi la trascino in un luogo appartato dove, con pugni e calci, la costrinse ad un rapporto orale.
Nonostante la violenza e l’umiliazione subita la donna ebbe il coraggio di denunciare il suo violentatore, facendolo arrestare poche ore dopo l’accaduto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.