Quantcast

Scuole in città, il comune rinnova gli impianti elettrici

Lavori per adeguare alle normative la media "Pirandello” e le elementari di Casazza. Progetto da 20 milioni in tre anni per i sistemi di illuminazione in 70 edifici scolastici.

Più informazioni su

(red.) Sono stati effettuati lavori per adeguare alle normative gli impianti elettrici della scuola secondaria di primo grado “Pirandello” e della scuola primaria “Casazza” (forza motrice e illuminazione). È stata inoltre avviata un’importante iniziativa di finanza di progetto per la riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione delle scuole, da parte di A2A Calore &Servizi, che prevede la sostituzione dei vecchi impianti di illuminazione al neon con apparecchi a led.
Scuola elementare di CasazzaÈ stato completamente rifatto l’impianto elettrico con nuove distribuzioni canalizzate e con lo spostamento all’esterno dei contatori di energia, dotati di uno sgancio di sicurezza. Le lampade sono state completamente sostituite introducendo impianti Led con sensori di presenza e di illuminamento tele-gestibili, per ridurre al minimo i consumi energetici e per renderli adeguati alle norme di sicurezza antincendio. I lavori, svolti nel periodo estivo, sono terminati il 24 agosto 2021. Il costo dell’intervento ammonta a 99.567 euro più Iva, al netto di uno sconto del 26,11%.
Scuola media Pirandello. Anche in questo caso è stato completamente rifatto l’impianto elettrico con nuove distribuzioni canalizzate e con lo spostamento all’esterno dei contatori di energia, dotati di sgancio di sicurezza. I segnali di fine lezioni e di emergenza sono stati collocati anche nella vicina palestra, in conformità alle norme di sicurezza antincendio. I lavori, svolti nel periodo estivo, sono terminati il 31 agosto 2021 e sono costati 77mila euro più Iva, al netto di uno sconto del 23.47%.
Impianti di illuminazioneNel mese di giugno 2021 è stata avviata un’importante iniziativa di finanza di progetto, da parte di A2A Calore &Servizi, per la riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione delle scuole che prevede la sostituzione dei vecchi impianti di illuminazione al neon con apparecchi a Led. Il primo lotto di interventi ha riguardato la scuola primaria Melzi, la scuola secondaria di primo grado Bettinzoli, la scuola d’infanzia Bonomelli, l’asilo nido Abbraccio, la scuola primaria Rodari, la scuola d’infanzia Pasquali, la scuola infanzia San Giacomo, la scuola primaria Don Milani, la scuola primaria Volta, la scuola primaria Mameli, la scuola primaria Canossi e la scuola primaria Crispi.
Gli impianti di illuminazione sono stati adeguati alla normativa vigente uniformando la temperatura di colore, l’indice di resa cromatica e il comfort visivo anche oltre i requisiti di legge. Nello specifico i valori di abbagliamento diretto e indiretto sono stati ridotti anche per quegli ambienti dove la normativa prevede parametri meno rigidi. Inoltre, sono state ridotte le potenze necessarie all’utilizzo dei sistemi, migliorando quindi la condizione operativa dei quadri elettrici e delle linee.
I sistemi di illuminazione sono dotati di sensori di luminosità e di controllo della presenza ad alta precisione e sono in grado di attivare, calibrare e gestire l’accensione, lo spegnimento e la modulazione delle varie sorgenti luminose. Questa soluzione garantisce il rispetto, in qualsiasi momento, dei valori normativi (300 lux sul piano di lavoro) modulando l’intensità luminosa dei Led in relazione alla luce naturale proveniente dall’esterno, riducendo al minimo gli sprechi.
L’iniziativa di finanza di progetto stipulata tra Comune di Brescia e A2A Calore e Servizi riguarda in totale 70 scuole ed è suddivisa su tre lotti che riguardano gli anni 2021, 2022, 2023. L’investimento complessivo del Comune di Brescia è pari a 20 milioni di euro mentre quello dì A2A è pari a 6.150.000 euro circa. A carico di quest’ultima restano inoltre i servizi di gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria, previa la realizzazione degli interventi di riqualificazione energetica, dell’impianto di illuminazione ordinaria, di emergenza e dei quadri multifunzione sull’impianto elettrico. La concessione ha una durata di 22 anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.