Quantcast

Fondazione Gaia, borse di studio per studenti meritevoli

La borsa di studio è rivolta a studenti in condizioni economiche disagiate, nati a Brescia e a Moncalvo Monferrato . Le domande devono essere presentate entro il 15 dicembre.

(red.) Ogni anno la Fondazione Michelangelo Gaia mette a disposizione degli studenti univer­sitari nati a Brescia e nel comune di Moncalvo Monferrato due borse di studio. Anche quest’anno, il consiglio d’amministrazione della Fondazione ha deciso di stanziare due borse di studio da assegnare nell’anno accademico 2021/2022
Le domande per la partecipazione al nuovo bando devono essere presentate entro il 15 dicembre 2021. Il bando è riservato agli studenti nati a Brescia e a Moncalvo Monferrato che abbiano conseguito il diploma di maturità nell’anno scolastico 2020/2021 con votazione non inferiore a 70/100 e che risultino iscritti a Facoltà Universitarie Statali.

Per ricevere l’assegno lo studente vincitore dovrà superare gli esami previsti annualmente dal piano di studi ed ottenere una votazione media non inferiore a 24/30.
La borsa di studio è rivolta a studenti in condizioni economiche disagiate e quindi nel bando di concorso sono previsti redditi familiari complessivi, per l’anno 2020, non superiori ai seguenti limiti: famiglia di 1 componente  18mila euro; 2  componenti 26mila euro; 3 componenti 38mila euro; 4 persone  46mila euro; 5 componenti  52mila euro; 6 persone 59mila euro; 7 persone 66mila euro.
Per ogni ulteriore componente del nucleo famigliare viene determinato un au­mento dei limiti di reddito di 7mila euro.

Nel consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduta dall’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Brescia Fabio Capra, sono presenti il sindaco del Comune di Moncalvo Monferrato, un rappresentante del provveditorato agli studi di Brescia e di Asti, il dirigente scolastico dell’istituto superiore Veronica Gambara di Brescia e il preside della scuola media di Moncalvo o un rappresentante dei docenti della stessa scuola.
La Fondazione porta il nome dell’ingegnere Michelangelo Gaia che, legato alla nostra città per motivi di lavoro, nel 1968 decise per sua volontà testamentaria di lasciare l’abitazione da lui costruita e abitata come capitale da utilizzare per l’erogazione di borse di studio destinate a studenti, iscritti a università statali, meritevoli di aiuto economico.

La rendita dell’immobile di proprietà della Fondazione viene pertanto utilizzata ogni anno per assegnare borse di studio di uguale importo a studenti universitari nati a Brescia e a Moncalvo Monferrato, città natale dell’ingegner Gaia.
Annualmente viene pubblicato un bando di concorso con l’indicazione del numero di borse da erogare e l’importo dell’assegno annuale, somma che, nel caso di regolare espletamento degli esami da parte dello studente vincitore, viene corrisposta per tutta la durata del corso universitario.

La somma annuale stabilita di euro 2.066 euro, è corrisposta per tutta la durata del corso universitario stesso, per un importo massimo complessivo di 10.329,14.Nell’arco degli anni di attività sono state assegnate circa 60 borse di studio, tre gli studenti con borse tuttora in corso di erogazione.
Le domande di ammissione al Bando di concorso dovranno essere indirizzate al Presidente della Fondazione Michelangelo Gaia presso la sede del Comune di Brescia Piazza della Loggia, 1.
Ulteriori informazioni potranno essere richieste, anche telefonicamente, alla Segreteria della Fondazione – cell. 3336722758 o presso l’Assessorato alla Pubblica Istruzione Comune di Brescia – Piazzale Repubblica,1 Brescia. Tel. 030/2978913.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.