Quantcast

Inclusione scolastica di studenti con disabilità, bando da 25 milioni in Lombardia

(red.) Regione Lombardia si dimostra attenta alle esigenze dei minori con fragilità. I 25 milioni messi in campo con il bando emesso dalla regione a favore dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità sosterranno i comuni per l’espletamento dei servizi di trasporto scolastico e di assistenza educativa specialistica in vista dell’anno scolastico 2021/2022.

“I comuni, in forma singola o associata”, spiega Floriano Massardi, vicecapogruppo della Lega in consiglio regionale, “potranno destinare queste risorse a favore degli studenti con disabilità fisica, intellettiva o sensoriale residenti in Lombardia o anche in altri comuni nel caso di specifiche situazioni familiari. I beneficiari dovranno essere in possesso di certificazione dello stato di disabile, essere iscritti e frequentanti nell’anno scolastico 2021/2022 in istituti scolastici secondari di secondo grado, percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) in diritto-dovere di secondo ciclo e percorsi personalizzati per allievi disabili, presentare la necessità di trasporto o di assistenza risultante dalla diagnosi funzionale e non aver ricevuto nell’anno scolastico 2020/2021 benefici erogati per il medesimo servizio da pubbliche amministrazioni”.

Il valore del contributo massimo riferito a ciascun soggetto destinatario è determinato in base alla distanza chilometrica riferita alla percorrenza di viaggio. Fino a 10 chilometri il contributo massimo riconosciuto è di 1.875 euro, nel range 10-20 chilometri il contributo massimo sarà di 3.125 euro, nel range 20-30 chilometri sarà pari a 4.375 euro, mentre oltre i 30 km sarà previsto un sostegno di 5.000 euro.
“Questa misura”, conclude Massardi, “permetterà alle amministrazioni locali di implementare le proprie politiche di inclusione sociale, in cui Regione Lombardia crede fortemente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.