Quantcast

Autobus verso le scuole superiori, presidi anti-assembramento in 4 paesi

Sono necessari a Darfo, Desenzano, Iseo e Palazzolo. Operatori gestiscono l'ordine alle fermate dei bus.

(red.) Il trasporto pubblico bresciano per quanto riguarda gli studenti delle scuole superiori nel tragitto tra casa e gli istituti è ormai entrato pienamente a regime, pur rispettando il massimo della capienza possibile. E una delle soluzioni che erano emerse per evitare i sovraffollamenti e il rischio di contagi, soprattutto lungo le fermate, era quella di piazzare dei volontari e del personale per direzionare gli studenti alla salita e discesa dai mezzi pubblici.

Veri e propri presidi di assistenza a terra che l’Agenzia del Trasporto Pubblico locale aveva chiesto e proposto. Questa soluzione è stata adottata, come riporta una nota della stessa Agenzia, a Darfo Boario Terme, Desenzano del Garda, Iseo e Palazzolo. Si parla di circa quindici addetti, tra agenti della Polizia locale, carabinieri a riposo e volontari che si occupano della sicurezza dei ragazzi.

L’intesa è stata raggiunta tra la prefettura di Brescia, la Provincia e i Comuni coinvolti. Nel frattempo, visto il nuovo orario del coprifuoco scattato alle 23, si allunga l’orario del trasporto urbano. Da domani, sabato 22 maggio, fino all’introduzione dell’orario estivo a partire dal 9 giugno, il servizio sarà prorogato fino alle 24 per le linee 1-2-3-10-15 e 17, mentre non c’è alcun cambio, al momento, per l’extraurbano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.