Quantcast

Coronavirus, si completa il ritorno in classe a Brescia. Ma tanti in quarantena

Stamattina il rientro anche degli studenti di alcune scuole superiori che hanno atteso la messa in regime.

(red.) Nella giornata di oggi, mercoledì 14 aprile, in provincia di Brescia si è completato il rientro degli studenti in presenza anche per quanto riguarda le scuole superiori – seppure in percentuali dal 50 al 75% – dopo le vacanze pasquali e come permesso dalla zona arancione in Lombardia. Tuttavia, probabilmente in parte per qualche comportamento fuori dalle righe nel periodo delle vacanze di Pasqua, ma anche per quanti hanno continuato ad andare in classe per laboratori o motivi di inclusione, all’appello mancano un migliaio di studenti.

Nella maggior parte dei casi, come riporta Bresciaoggi, sono costretti alla quarantena a causa di contagi a livello familiare. E non riguardano soltanto gli studenti, ma anche gli insegnanti. Secondo i numeri riportati dallo stesso quotidiano bresciano, dal 19 marzo all’8 aprile si sono registrati 700 contagi tra gli studenti per un totale di 1.256 costretti all’isolamento e anche quasi 70 docenti.

E rispetto agli studenti che rientrano, altri invece protestano perché ritengono la riapertura troppo affrettata e improvvisata. Sono i ragazzi dell’istituto tecnico industriale Beretta di Gardone Valtrompia e quelli del “Primo Levi” di Sarezzo che per oggi, mercoledì 14 aprile, hanno indetto uno sciopero. Saranno davanti agli ingressi con una serie di cartelloni per chiedere misure sul fronte della sicurezza, a partire dai trasporti pubblici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.