Lettera degli studenti bresciani ai professori: scendete in piazza con noi

Didattica a distanza, trasporto pubblico e tanto altro: i giovani chiedono un supporto dagli insegnanti.

(red.) Gli studenti e le studentesse di Brescia mandano una lettera ai docenti in cui chiedono una collaborazione per risolvere problematiche riscontrate da entrambe le parti nel sistema scolastico, e li invitano a partecipare alla manifestazione del 21 gennaio alle 9:30 in piazza Vittoria.

 

“Studenti e docenti dovrebbero essere alleati nel fronteggiare una situazione sempre più disagevole”, afferma Benedetta Cominelli di Unione degli Studenti di Brescia “comprendiamo le difficoltà emerse e per questo riteniamo che unendo le forze si possa ottenere miglioramenti concreti”. Al di là della partecipazione al presidio i membri di uds invitano a una collaborazione dentro le singole scuole.
“Riteniamo che problematiche come quelle su spazi, trasporti, tracciamenti, mancato supporto psicologico e malagestione della didattica riguardino non solo gli studenti ma anche gli insegnanti”, sostiene Aya Dadouch. L’obiettivo -secondo i giovani- è superare l’idea che purtroppo si è diffusa della colpevolezza dei docenti ma lavorare insieme per degli obiettivi che sono comuni.
Gli studenti concludono la lettera invitando i professori a partecipare al presidio in piazza Vittoria, “per dare voce alle difficoltà”, “per ricostruire il rapporto di fiducia messo a così dura prova”, per “costruire insieme una Scuola e un futuro migliori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.