Quantcast

Lombardia, Dad fino al 24 gennaio. Da Brescia: “Noi pronti a riaprire”

Una lettera-appello di diverse famiglie di studenti iscritti alle superiori e costretti a fare didattica a distanza.

(red.) Gli studenti delle scuole superiori lombarde, quindi anche quelli bresciani, non potranno tornare a fare lezione in presenza almeno fino al 24 gennaio e al momento sono costretti a continuare con la didattica a distanza. Ma dal territorio bresciano, che si era imposto addirittura come modello a livello nazionale lavorando già la scorsa primavera al rientro a settembre 2020 tra orari scaglionati e altre direttive, arriva un appello al governatore lombardo Attilio Fontana.

E’ quello di numerose famiglie degli studenti iscritti agli istituti superiori che chiedono di trovare una soluzione adeguata. “Le scuole sono pronte e anche noi” si legge nell’appello inviato alla Regione. “La decisione di prorogare la Dad fino al 24 gennaio ha di fatto sottolineato l’immobilità nel trovare soluzioni complesse a situazioni complesse.

In questo anno così particolare gli istituti scolastici silenziosamente hanno svolto il loro compito di istruire e formare i nostri ragazzi nel migliore dei modi, dirigenti, insegnanti e gli stessi studenti hanno instancabilmente portato avanti il programma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.