Studenti bresciani: “Dopo la lettera, la Consulta riceve l’Uds”

(red.) Dopo aver inviato la lettera a prefetto, Provincia, Comune e Ufficio scolastico di Brescia, l’Unione degli studenti di Brescia informa di aver ricevuto la prima risposta: la consulta riceverà gli studenti. Nell’incontro si tratteranno diverse tematiche come l’utilizzo di spazi inutilizzati presenti sul territorio, tutele dai vari abusi commessi durante la didattica a distanza, come evitare i problemi già evidenti negli ultimi mesi e il piano dei trasporti per il rientro.
L’Unione degli studenti quindi è pronta ad essere ricevuta dalla Consulta per esprimere le esigenze degli studenti e trovare soluzioni più efficaci per un rientro in sicurezza.

“Speriamo che con questo incontro riusciremo a esporre le nostre posizioni e migliorare quindi il nostro ambiente scolastico” afferma Aya Dadouch dell’Unione degli studenti di Brescia. “In vista di futuri dialoghi con le istituzioni confidiamo nell’appoggio della consulta provinciale alle nostre richieste. Richieste che non sono solo nostre ma che rappresentano moltissimi studenti”.
“Vogliamo maggiori garanzie per il rientro a gennaio”, aggiunge Arturo Boscarol di Uds, “c’è in gioco il nostro futuro. All’incontro sarà presente anche una rappresentante dell’Ufficio scolastico territoriale di Brescia: a lei rivolgeremo direttamente per alcuni punti di competenza dell’ufficio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.