Quantcast

Scuola, ritorno in presenza per le superiori dal 7 gennaio: il piano bresciano

Doppio turno di ingresso e uscita, si studia il sistema dei trasporti. Oggi un vertice tra bresciani e Pirellone.

(red.) Manca poco meno di un mese al prossimo 7 gennaio, data a partire dalla quale, secondo le indicazioni nazionali, anche gli studenti delle scuole superiori potranno tornare a fare lezione in presenza. Da questo punto di vista il sistema bresciano, che si era già organizzato per l’inizio del nuovo anno scolastico, ha definito, attraverso la prefettura, un piano già pronto. Gli ingressi e le uscite nelle classi saranno su doppio turno, quindi sull’orario 8-8,30 fino alle 13-14 e dalle 10-10,30 fino alle 15-16.

Tuttavia, è ancora da valutare se si potrà rispettare il 75% degli studenti in presenza come da indicazione nazionale. Da una parte bisogna verificare gli spazi, quindi il metro di distanza e dall’altra anche i trasporti pubblici che non possono essere riempiti più del 50%. Proprio sul trasporto pubblico, oggi, mercoledì 9 dicembre, ci sarà un vertice tra i rappresentanti bresciani e la Regione Lombardia.

E in questo senso, vista l’attuale carenza, si prevede che dal 7 gennaio in classe possano andare non più del 50-60% di studenti. Ma nella partita dei trasporti, ai quali serviranno però più risorse, potrebbero essere coinvolte anche le aziende private.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.