Quantcast

Il Centro di Formazione AIB: percorso per insegnare un lavoro ai ragazzi

(red.) Cosa scegliere dopo la scuola secondaria inferiore? “Fondazione AIB, ente promosso da Confindustria Brescia, si occupa anche di Formazione Professionale con una scuola che insegna agli adolescenti – dopo la terza media – un lavoro. Un lavoro che sia per loro la scelta giusta, gratificante e stimolante”.

Nelle due sedi di CF AIB, a Ome e Castel Mella, il Centro forma, in un ciclo triennale, le competenze di sei profili professionali. Allieve e allievi sviluppano le competenze di base (linguistiche, matematiche, digitali) e apprendono il proprio mestiere attraverso attività pratiche laboratoriali, dalla contabilità all’informatica, dalla manutenzione dei motori alla tornitura, dall’automazione all’elettronica. Con la frequenza facoltativa del quarto anno, conseguono inoltre un diploma professionale spendibile in Italia e in tutta l’Unione Europea.

“Grazie al collegamento diretto con Confindustria”, spiega una nota della Fondazione, “il Centro è in grado di orientare i piani formativi e di garantire ai ragazzi una preparazione che consenta un ingresso agevolato nel mondo del lavoro. Proprio in quest’ottica, ogni annualità, a partire dalla, seconda prevede una esperienza di tirocinio nelle aziende convenzionate e alcune decine di allievi ogni anno riescono ad accedere all’apprendistato di primo livello, un vero e proprio contratto che consente il conseguimento del titolo di studio lavorando tre giorni a settimana e frequentando le lezioni per i restanti due giorni”.

L’efficacia delle modalità adottate per la professionalizzazione dei ragazzi è chiaramente espressa dai numeri. Quasi il 50% dei ragazzi che raggiungono la qualifica decide di iscriversi al quarto anno per ottenere il diploma professionale, il 60% di quelli che non si iscrivono e dei diplomati, entro sei mesi, è già al lavoro.

Perché la scuola sia efficace, però, l’orientamento post terza media è una tappa fondamentale, per aiutare i ragazzi a prendere una decisione importante in modo consapevole.
In linea di massima approdano alla preparazione professionale i giovani che si immaginano presto autonomi e che cercano un modo di fare scuola che li valorizzi nel proprio potenziale e sia dinamico, concreto e fattivo.

 

Per supportare l’orientamento, il CF ha strutturato diverse opportunità di incontro, che consentano ai ragazzi e alle famiglie di ricevere tutte le informazioni necessarie, nonostante l’emergenza sanitaria.
In particolare:
Open day in presenza previa prenotazione, nelle due sedi di CF AIB, diverse le date disponibili, le prime sono il 21 novembre e il 12 dicembre a Castelmella e il 5 dicembre a Ome dalle 14 alle 16.30, altre date disponibili, consultabili sul sito www.cfaib.it;
Open day digitali su appuntamento: il 1 dicembre alle 20.30 per CF AIB Ome e il 14 dicembre alle 20.30 per CF AIB Castelmella;
• Appuntamenti individuali tutti i venerdì pomeriggio;
Per prenotare il proprio appuntamento occorre mandare una mail a c.musatti@cfaib.it o scrivere un whatsapp al 3534163975.
E per chi non ha scelto correttamente, il CF garantisce un’apertura sino a gennaio, per accogliere gli studenti che decidono di cambiare percorso, affiancandoli con uno staff creato per accompagnare i ragazzi nel migliore dei modi.
La scuola, infatti, mette a disposizione formatori in costante aggiornamento, affiancati da due psicologhe e due responsabili dell’area disabilità. Due coordinatrici si occupando della rete di rapporti con le famiglie, enti e istituzioni mentre i tutor guidano, accompagnano e sostengono ogni allievo nel proprio percorso di formazione e crescita.

La scuola non chiede alcun contributo economico, nemmeno in forma facoltativa, per l’iscrizione e la frequenza.

RESTARE IN CONTATTO
Il 23 e il 30 novembre, il 7 dicembre e l’11 gennaio alle ore 20.30 il Centro di Formazione organizza anche gli incontri digitali dedicati a temi di attualità per famiglie e ragazzi. Per 30 minuti, ex studenti racconteranno la loro esperienza, o docenti illustreranno temi di interesse, o le psicologhe affronteranno problematiche tipiche dell’età evolutiva.
Per informazioni scrivere a c.musatti@cfaib.it
Per rimanere aggiornati: www.cfaib.it e i social del Centro di Formazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.