Ritorno a scuola, a fine agosto la riunione del Cts per la sicurezza

E a Brescia il sindaco Del Bono rassicura le associazioni sportive: non ci sarà bisogno di fare lezione in palestra.

(red.) Nella stessa giornata, quella di ieri, martedì 28 luglio, in cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riferito al Senato sulla proroga dello stato di emergenza da coronavirus fino al 15 ottobre, alla Camera si è tenuta un’informativa urgente da parte dei ministri alla Salute e all’Istruzione Roberto Speranza e Lucia Azzolina sul ritorno a scuola. I due ministri hanno annunciato che la priorità sarà proprio quella di tornare a fare lezione in presenza, ma nella massima sicurezza. E per questo motivo solo alla fine di agosto si terrà una riunione del Comitato tecnico scientifico per dare una valutazione finale.

E nel rivolgersi ai deputati, la ministra Azzolina ha anche annunciato un piano per il futuro per evitare classi troppo affollate di studenti e parlato anche di un piano di formazione del personale scolastico per assicurare qualità e innovazione. Nel frattempo sul fronte bresciano e sempre restando nell’ambito della scuola, ha sollevato un polverone una lettera inviata da palazzo Loggia alle associazioni sportive sul fatto che al momento le palestre dei vari istituti non possono essere date in concessione in attesa di verificare l’uso, invece, per fare lezione.

Ma il sindaco Emilio Del Bono ha voluto precisare – nelle dichiarazioni riportate dal Giornale di Brescia – che le stesse palestre, nella maggior parte dei casi, saranno concesse senza problemi alle associazioni. Secondo il primo cittadino, invece, non ci sarà bisogno di usare questi spazi per fare lezione, perché ci sono già classi e laboratori vuoti da poter utilizzare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.